Carie dei bambini: una guida per imparare a prevenirle e riconoscerle | Divertidenti

Carie dei bambini: una guida per imparare a prevenirle e riconoscerle

Le carie sono uno dei problemi dentali più comuni in bambine e bambini. Il fatto che i denti da latte siano destinati a cadere non rende affatto questa patologia un fenomeno meno grave che nell’adulto.

Ma come si fa a capire quando si forma una carie? Ecco alcune linee guida per riconoscere i segni precoci di carie nei più piccoli e intervenire tempestivamente.

Cos’è una carie e come si forma?

La carie è una malattia dei tessuti duri del dente che si forma quando lo smalto dei denti, cioè la superficie lucida che li ricopre, viene intaccato dai comuni batteri che si trovano nella nostra bocca. Questi si moltiplicano grazie alle sostanze zuccherine presenti nel cibo e nelle bevande che si ingeriscono. Durante questo processo, i batteri creano degli acidi che attaccano lo smalto dei denti, portando alla formazione della carie.

Nei bambini, le carie possono svilupparsi sia sui denti da latte che su quelli permanenti e quindi già a partire dai 3 anni, perché a quell’età la bocca è completa di tutti i 20 denti da latte.

Ma niente panico: basta imparare a riconoscere i primi segnali di una carie e prendere tutte le misure necessarie per prevenirla.

 

cos'è una carie e come si forma

Tutto parte dall’igiene orale 

Un aspetto cruciale è l’igiene orale quotidiana. Per prima cosa, assicurati che tua figlia o tuo figlio si spazzoli correttamente i denti: mostra chiaramente come fare una pulizia adeguata affinché diventi un’abitudine autonoma.

Per una perfetta igiene dentale dei più piccoli, leggi la nostra guida completa e non dimenticarti che spazzolare i denti può diventare un’attività divertente e piacevole! Scopri come costruire un dentone, con una semplice bottiglia di plastica, può aiutarti a mostrare a tua figlia o tuo figlio come ci si lava correttamente i denti. Scarica qui l’attività!

Tipi di carie: come riconoscerle

Le carie possono presentarsi in vari modi. In fase iniziale possono manifestarsi come piccole macchioline di colore bianco, dovute alla demineralizzazione dello smalto, e talvolta possono anche assumere una colorazione marrone. Con il progredire del problema, possono trasformarsi in vere e proprie cavità, aumentando il rischio di danni dentali significativi.

Difetti nella formazione dello smalto possono accelerare il processo di carie e portare a una maggiore sensibilità termica nel bambino.

Le carie si localizzano spesso nel solco dei denti, ma possono anche formarsi tra un dente e l’altro. In alcuni casi, la cavità può essere situata tra i denti e non essere visibile a occhio nudo. Questo può causare dolore durante la masticazione, che va considerato un segnale di avvertimento importante.

I sintomi delle carie avanzate includono sensibilità termica e dolore permanente durante la masticazione. Se la tua bambina o il tuo bambino manifesta tali sintomi, consulta subito un dentista per valutare la situazione e stabilire un piano di trattamento appropriato.

La prevenzione è tutto

Per evitare le carie profonde e mantenere una corretta igiene orale, è fondamentale che tua figlia o tuo figlio segua una routine domiciliare di pulizia dei denti e si sottoponga a visite regolari dal dentista pediatrico. Queste misure preventive possono contribuire a garantire la salute dentale a lungo termine e impedire l’insorgere di potenziali problemi dentali.

Non dimenticarti che è importantissimo anche parlare con la tua bambina o bambino del pericolo della carie. Un modo alternativo per spiegarglielo è l’esperimento della mela: con un frutto e una penna potrai fargli capire quali sono i danni delle carie e quanto sia fondamentale prevenirle. Scarica qui l’attività!

I contenuti di questo articolo sono realizzati in collaborazione con lo Studio dentistico Ravasini Parma.